CLOSE
Back To Top

T.A.P. UCRAINA

 EMERGENZA UCRAINA 2022

Un progetto voluto, ideato e gestito da Mondo Aperto, realizzato grazie al contributo e alla collaborazione di Fondazione AVSI, nell’estate 2022 per rispondere all’Emergenza Ucraina con azioni di sostegno rivolte ai cittadini ucraini che si trovano sul nostro territorio a seguito del conflitto scoppiato a febbraio 2022.

L’obiettivo principale è quello di offrire a queste persone un sostegno mirato e specifico per velocizzare il processo di inclusione sociale e per renderle indipendenti e integrate nel nostro contesto territoriale nel minor tempo possibile.

Il progetto prevede una serie di attività:

  • corsi di apprendimento della lingua italiana e di educazione civica (cittadinanza attiva);
  • servizi di orientamento sul territorio;
  • supporto psicologico;
  • laboratori ludico-educativi per bambini;
  • mediazione interculturale per i minori ucraini che frequentano i campus estivi organizzati dagli Enti locali.

Tutti gli interventi sono organizzati e condotti da un’equipe multidisciplinare composta da insegnante di italiano L2, mediatore interculturale, tutor d’aula, psicologo ed educatore professionale che collaborano per creare un percorso individuale personalizzato su ogni destinatario a seconda dei bisogni e delle attitudini di ognuno.

L’obiettivo del progetto è quello di dare a tutte le famiglie accolte e che necessitano di inserirsi rapidamente nel contesto territoriale l’occasione di trovare uno spazio in cui unire, a una proposta di tutela psicologica e sociale, l’apprendimento della lingua italiana (fondamentale strumento di inclusione ed emancipazione sociale) coinvolgendo la persona e la sua famiglia a 360 gradi.

FONDAZIONE AVSI è una organizzazione non governativa, accreditata presso l’Onu e la Ue, nata nel 1972 e impegnata con 255 progetti di cooperazione allo sviluppo in 38 paesi in Africa, America Latina e Caraibi, Europa, Medio Oriente e Asia. Lo staff di AVSI, composto da oltre 2100 persone, opera nei principali settori della cooperazione, raggiungendo 5 milioni di beneficiari diretti.

Info_